Agenzia delle Entrate – Pignoramento della prima casa

Agenzia delle Entrate - Pignoramento della prima casa

Agenzia delle Entrate – pignoramento della prima casa: è consentito?

In alcuni casi l’Agenzia delle Entrate può procedere al pignoramento ma con alcune eccezioni: vediamo quali sono:

  • Debiti fino  a 20.000,00 euro – per Agenzia delle Entrate e per qualsiasi altro ente di riscossione non  è consentito in nessun modo aggredire la prima casa.
  • Debiti superiori a 20.000,00 euro e fino a 199.999.99 euro –  l’agenzia delle Entrate e gli enti di riscossione hanno facoltà di iscrivere l’ipoteca sulla prima casa ma non possono procedere al pignoramento.
  • Debiti oltre 120.000,00 euro l’Agenzia delle Entrate e gli enti di riscossione hanno anche la facoltà di iscrivere il pignoramento.

Agenzia delle Entrate – pignoramento della prima casa: quali sono le eccezioni?

  • Debiti oltre 120.000,00 euroNon è consentito all’Agenzia dell entrate e agli enti di riscossione il pignoramento della prima casa ma possono iscrivere l’ipoteca nei seguenti casi:
  • Unico immobile di proprietà del debitore;
  • Il debitore vi abbia posto la propria residenza anagrafica;
  • L’immobile non deve essere qualificabile come bene di lusso.

Non c’è comunque da stare tranquilli, se L’agenzia delle entrate o altro ente di riscossione hanno un credito inferiore anche a 20.000,00 euro in quanto se ci sono ulteriori debiti in corso verranno soddisfatti  attraverso il pignoramento che avverrà da parte degli altri creditori.

Nel pulsante sotto un link alla normativa:

 

La soluzione in caso di debiti sulla casa è

Scacco al Pignoramento!

Scarica Subito
la Nostra Guida Gratuita!!!

Come difendersi dal pignoramento
nel periodo del Covid-19!!!

Un’utilissima lettura per capire come difendersi dal pignoramento
in un periodo complicato e storico come quello che stiamo vivendo ora!!!

Richiedi Una
Consulenza Ora!!!

Se il tuo debito ti opprime non aspettare ancora, mettiti subito in contatto con noi!!!